Concessione Ministeriale per il Circondario del Tribunale di Roma e Tivoli

PROCEDURE CONCORSUALI

Riferimenti normativi:
- Regio Decreto 16 marzo 1942 n. 267
- Schema Decreto Legislativo recante recante Codice Della Crisi di Impresa e Dell’Insolvenza in attuazione della Legge 19 ottobre 2017 n. 155

Nel corso degli ultimi anni si sono susseguiti diversi interventi legislativi volti all’aggiornamento della Legge Fallimentare Regio Decreto n. 267 del 1942 al fine di renderla più adeguata al contesto economico odierno. L’Istituto Vendite Giudiziarie di Roma ha maturato esperienza nel settore offrendo come coadiutore ai curatori e ai commissari giudiziari proponendosi come soggetto specializzato ex art. 107 L.F., ovvero come custode nominato direttamente dal Giudice Delegato. La legittimità dell’intervento nelle procedure concorsuali è stabilità dal dispositivo normativo contenuto nell’art. 29 del Decreto 11 febbraio 1997 nr. 109 per quanto attiene alle operazioni di liquidazione dei beni appresi al passivo fallimentare: principio ribadito dal Dipartimento degli Affari di Giustizia in apposite circolari (cfr. e.g. circolare prot. N.230/02 del 25/02/2002) dove si insiste sulla positività implicita nel ricorrere agli IVG sia per ragioni _di ordine generale, quale l’ampliamento del bacino di utenza, la “gestione” della pubblicità etc., sia per vantaggi che possono derivare per l’Erario dello Stato. Altresì per quanto riguarda le attività di asporto e custodia la competenza e liceità di affidarne l’esecuzione all’IVG e’ confortata dagli Art. 521 e seg. del Codice di procedura Civile che, post riforma, ha fatto dell’istituto della custodia condicio sine qua non dell’efficacia della procedura mobiliare.
Analogamente l’Istituto Vendite grazie al Decreto Legge 14 marzo 2005 n 35 – convertito nella Legge 80/2005 – ha ottenuto legittimazione normativa per agire, come nella “prassi” faceva da oltre un decennio, in ambito immobiliare in qualità di custode.
La nostra attività è di ausilio ai professionisti nell’espletamento di tutte le attività propedeutiche all’amministrazione e liquidazione dei beni mobili e immobili sottoposti a procedura concorsuale ed è volta a sollevare il Curatore da qualsiasi incombenza riguardante la custodia, la gestione e la vendita dell’attivo della procedura.
L’Istituto Vendite Giudiziarie si offre come coadiutore ai curatori e ai commissari giudiziari proponendosi come soggetto specializzato ex art. 107 L.F., ovvero come custode nominato direttamente dal Giudice Delegato.
1) attivita’ di ausilio alla stesura dell’inventario
2) stima dei beni
3) asporto e ricovero presso i locali nella disponibilità dell’IVG
4) ausilio nella stesura del programma di liquidazione PROGRAMMA PUBBLICITARIO* che si fonda su strategie pubblicitarie basate su schemi consolidati, di provata efficacia sul pubblico che coinvolgono diversi canali di comunicazione:
5) INTERVENTO DELL’IVG NELLA VENDITA
Nell’ultimo anno l’IVG di Roma e’ stato incaricato di seguire diverse procedure fallimentari di notevole importanza, tra le quali sicuramente spicca il fallimento del gruppo Edom “ concessionario del marchio TRONY su Roma”.
L’Istituto ha proceduto ad eseguire l’inventario dettagliato di tutti i beni presenti all’interno degli 8 store “ Tiburtina, Euroma2, Cinecitta’, Ponte Milvio , Bufalotta, Romanina, Happio, Vigna Stelluti” redigendone successivamente relazione di stima. L’IVG grazie ai suoi mezzi e di comune accordo con la curatela, ha identificato nella vendita al dettaglio la procedura di liquidazione più conveniente per il fallimento. Tutti i cespiti sono stati pertanto concentrati all’interno dei due store più prestigiosi, organizzando una vendita fallimentare al dettaglio con un’eccezionale risultato economico e pubblicitario.
…..INTERVENTO DELL’IVG NELLA VENDITA DEGLI IMMOBILI
Autorizzato ad operare in ambito immobiliare dal disposto normativo dell’art. 29 del decreto 11 febbraio 1997 n. 109, quindi dell’art. 159 delle disposizioni di attuazione del codice di procedura civile e soprattutto dall’art. 559 del codice di procedura civile, l’IVG può coadiuvare il curatore nello svolgimento di talune mansioni, che saranno concordate tra le parti, per quanto attiene:
- Attività di pubblicizzazione dell’immobile per garantire una corretta visibilità dei cespiti al fine di aumentare le richieste di visita.
- accompagnamento visione beni. Rispettiamo le nuove norme in materia di tutela della privacy e adottiamo tutti gli accorgimenti necessari al fine di evitare
che i visitatori possano entrare in contatto tra di loro; fondamentale permane l’ausilio prestato agli interessati in relazione alle modalità di partecipazione all’asta e di tutto quanto inerente la vendita;
- ricerca acquirenti;
- ricezione offerte d’acquisto;
- partecipazione alla gara di vendita.

L’IVG offre la propria collaborazione anche nell’ipotesi di cessione di beni immobili nel concordato preventivo.